OLMeRO SA

Referenza

Gunta Barth, Schwaninger AG

Gunta Barth, Schwaninger AG

"Otteniamo molte informazioni, molto velocemente. Così possiamo rispondere subito. Già soltanto l’aumento delle conoscenze vale il costo dell’investimento. So cosa succede e ho un quadro d’insieme completo sul mercato."

Gunta Barth, Schwaninger AG

In Svizzera le grandi e piccole imprese di pittura sono tante quante le stelle nel cielo. Chi vuole restare sul mercato deve sapersi differenziare ed affermare. Grazie a diverse innovazioni la Schwaninger AG si posiziona sul mercato come azienda specializzata in rivestimenti senza giunzioni.

Schwaninger AG, azienda di pittura e verniciatura, è condotta dalla famiglia Schwaninger da tre generazioni. Attualmente l’azienda è in mano a José Schwaninger, che suo padre Walter gli ha passato nel 2008. E sempre dal 2008, Schwaninger AG utilizza la piattaforma di bando OLMeRO. In una conversazione con PLANEN + BAUEN, Gunta Barth, direttore dell’azienda, ci offre uno sguardo all’interno di questa affascinante azienda e ci spiega come ottiene un miglior quadro d’insieme sul mercato grazie ad OLMeRO e possa quindi agire più velocemente.

Signor Barth, voi operate sia negli interni che negli esterni. Cosa vi differenzia dalle altre aziende di pittura?
Per noi, la pittura non è semplicement della pittura. Nel corso degli anni abbiamo acquisito diverse tecniche speciali e formiamo costantemente i nostri dipendenti. Teniamo d’occhio il mercato e sviluppiamo sempre nuovi prodotti e nuove tecniche assieme ai nostri fornitori, offrendo così un grande valore aggiunto ai nostri clienti. Sono convinto che se si chiudono gli occhi davanti alle esigenze del mercato, come azienda si finisce per perdere lo spirito del tempo. I rivestimenti senza giunzioni per le pareti, come ad esempio AIDO e Naturo o il Tadelakt sono particolarmente in voga al momento. Si stanno portando avanti molti progetti bellissimi. Su questo si stanno anche sviluppando nuove tecniche. Questi rivestimenti per pareti sono piuttosto impegnativi e hanno il loro prezzo. Tuttavia, il risultato finale vale lo sforzo, e il cliente è disposto a pagare il giusto prezzo per della buona qualità; quando si costruisce qualcosa da sé, ci si vuole distinguere, essere invidiati e avere qualcosa di originale.

I vostri clienti sono principalmente costruttori edili privati?
No, lavoriamo anche per imprese generali ed architetti. I privati costituiscono sicuramente una grossa parte del nostro lavoro. In particolare nel campo dei rinnovamenti, delle ristrutturazioni e dei lavori eseguiti dagli stessi clienti. È vero che siamo molto legati al territorio, ma è anche vero che grazie alle nostre tecniche specializzate, molti appaltatori desiderano lavorare soltanto con noi. In quei casi lavoriamo anche in tutta la Svizzera. 

Come sono cambiate le richieste dei vostri clienti negli ultimi anni?
Oggi è necessario fare un lavoro di consulenza molto più accurato che in passato. Questo ha molto a che fare con l’arrivo di internet. Oggigiorno gli appaltatori arrivano già ben informati. A questo si aggiunge che il Franco svizzero che oggi vale molto di più che ancora solo un paio d’anni fa. Per noi, ciò si traduce in spese superiori anche al 30-50% fino al momento dell’incarico.

Le richieste sempre più impegnative dalla parte dei clienti rendono la collaborazione anche più interessante?
Sì e no. Ci sono dei bei clienti interessanti, che ci chiedono molto e ci incentivano molto. D’altro canto ci sono però anche clienti che portano tutto all’eccesso e da cui alla fine non otteniamo nemmeno l’incarico come risultato, e questo ci fa arrabbiare. Ma questo fa parte del rischio imprenditoriale.

Dall’autunno del 2008 utilizzate la piattaforma di bando. Qual è il risultato?
Trovo che la piattaforma sia ottima. Posso avere un buon quadro d’insieme e riesco ad usarla bene. Anche la qualità delle informazioni è molto elevata. All’inizio non avevamo investito molto tempo sulla piattaforma e quindi non ricevevamo molti incarichi, come invece accade oggi. Quanto più si lavora attivamente sulla piattaforma e che si contattano clienti potenziali, tanto più si ottengono delle richieste. Proseguiremo certamente in questo modo!

Quali sono secondo lei i maggiori vantaggi?
Senza dubbio la rapidità. Otteniamo molte informazion, molto velocemente. Così possiamo rispondere subito. Già soltanto l’aumento delle conoscenze vale il costo dell’investimento. So cosa succede e ho un quadro d’insieme completo sul mercato.

Ci sono degli svantaggi nei bandi di concorso online?
Spesso accade che l’appaltatore ci invia di nuovo lo stesso fascicolo senza indicare che ci sono delle modifiche. Ma secondo me questo non ha tanto a che fare con la piattaforma in sé, ma con gli appaltatori stessi.