Marcel Müller dello studio d'architettura HLP Architekten AG

"Con la piattaforma di bando tutta la gestione del processo delle gare d’appalto diventa più semplice e il carico amministravo dei nostri responsabili di cantiere è ridotto notevolmente e possono delegare questo compito al segretariato."

Nel 2002, la fusione di due studi d’architettura ha dato vita allo studio d’architettura HLP Architekten AG, che oggi impiega 28 dipendenti. Essi forniscono i loro servizi nei settori dell'edilizia residenziale, industriale e commerciale e della modernizzazione degli edifici, soprattutto a livello regionale nel cantone di Zurigo e nei cantoni limitrofi. Marcel Müller, uno dei quattro titolari dello studio, lavora da molti anni con la piattaforma di bando OLMeRO e ci ha parlato delle sua esperienza.

Signor Müller, lei lavora con la piattaforma di bando Olmero da oltre 15 anni e per così dire, lei è un cliente della prima ora. Quali sono i vantaggi per lei?
La cosa che apprezziamo di più di Olmero è la semplificazione dei processi. Per noi la piattaforma è uno strumento, un aiuto. Il processo di gara d'appalto può essere seguito in qualsiasi momento. Questo ci aiuta ad influenzare gli eventi nel tempo. Inoltre tutta la gestione del processo di bando è più semplice e il carico amministrativo dei nostri responsabili di cantiere è ridotto notevolmente e possono delegare questo compito al segretariato.

In che modo riuscite ad intervenire tempestivamente negli avvenimenti?
Ad esempio, nel corso di un bando, se su sei imprenditori invitati cinque si ritirano, noi possiamo scegliere rapidamente altri imprenditori fra quelli candidati ed invitarli a presentare un’offerta. In questo modo possiamo garantire al committente che il numero necessario di offerte sarà raggiunto, senza perdere troppo tempo.

Qual è secondo lei lo svantaggio di un processo offline?
Prima inviavamo la documentazione per la gara d’appalto per posta. Le offerte arrivavano quindi dopo due settimane, oppure non arrivavano affatto. E se non arrivava nessun’offerta, bisognava riavviare di nuovo il processo, e questo causava naturalmente dei ritardi.

Come stabilisce i contatti con gli imprenditori sulla piattaforma?
Collaboriamo molto con i nostri imprenditori abituali, ma è sempre una cosa positiva conoscerne anche di nuovi. A volte riceviamo richieste scritte da parte d’imprenditori, ma mi piace anche dare un’occhiata all’elenco delle imprese di Olmero per trovare imprenditori regionali. Per noi è molto importante che anche gli imprenditori regionali facciano le loro offerte.

Come si svolge la presa di contatto con gli imprenditori?
Poiché il contatto con gli imprenditori avviene online, apprezzo molto il contatto personale nella gara d'appalto. Mi piace farlo per telefono, in modo da ottenere un feedback 1:1, chiarire eventuali ambiguità e poter incorporare gli input degli imprenditori nelle trattative. Per noi, la gara d'appalto non è una compressione sui prezzi, ma serve per conoscere meglio la competenza professionale dell'artigiano. Il prezzo è ovviamente un fattore, ma la qualità e la serietà dell'imprenditore è altrettanto importante per noi.

Quanti bandi di concorso pubblicate per ogni progetto?
Fra i 20 e i 30 bandi, a seconda delle dimensioni del progetto.

Quali procedure di bando utilizzate? Selettiva o aperta?
Solo selettiva. La nostra filosofia non è quella di far concorrere 50 imprenditori ai nostri bandi. Invitiamo gli imprenditori che conosciamo attraverso la piattaforma e consideriamo anche gli imprenditori regionali, a seconda di dove si svolge il progetto.

Quali vantaggi emergono per il committente dall’utilizzo della piattaforma?
Grazie alla piattaforma, possiamo presentare diverse offerte dei migliori artigiani al committente. Questo gli offre un interessante confronto dei prezzi e una panoramica del mercato.

Noi lavoriamo intensamente per migliorare la piattaforma di bando. Quali modifiche le piacerebbe venissero fatte?
Siamo soddisfatti delle funzioni attuali e ci piace lavorare con la piattaforma di bando. Dato che la procedura di gara d'appalto probabilmente non cambierà da un giorno all’altro, al momento non abbiamo bisogno di modifiche. Tuttavia, si potrebbe pensare ad un rinnovamento della grafica.

À proposito di Marcel Müller
Marcel Müller ha concluso i suoi studi come architetto STS presso la TWI nel 1993 e quattro anni dopo ha ripreso lo studio d’architettura di H.R. Lanz con M. Lanz e T. Meier. Dopo una collaborazione pluriennale con lo studio d’architettura Peter Hänni+Partner, le due aziende hanno fusionato insieme. Da questa fusione è nata l’azienda conosciuta oggi con il nome di HLP-Architekten AG con sede ad Effretikon. Oltre che nel ruolo di titolare dell’azienda, Marcel Müller è attivo anche come docente all’Università di Scienze Applicate di Zurigo ZHAW (per la materia Realizzazione di costruzioni) e alla scuola professionale per i mestieri della costruzione di Wetzikon (per la materia Costi di costruzione, nell’ambito della formazione per responsabile dei lavori).

Wir beraten Sie gerne